venerdì 21 novembre 2014

Lo strudel nel bicchiere.

Io sono fatta così.. se guardo un programma di cucina poi mi viene voglia di fare tutto quello che vedo fare...la prima serie di Masterchef che mio figlio mi ha fatto vedere, era il secondo Masterchef Italia, mi fece venire voglia nell'ordine di sfilettare un salmone di 3/4 kg, di fare il tortellone ricotta e spinaci con l'uovo al centro, di cucinare ed assaggiare il fois gras...al salmone ho rinunciato: che se li mangia 3 kg di salmone dopo? Il fois gras mai lo mangerò nè cucinerò per i metodi crudeli di produzione; il tortellone lo feci poco dopo. Adesso è il momento della pasticceria con Bake Off, per quanto io trovi più ben fatto ed interessante (the Great) Bake Off UK.. non mi perdo una puntata di quello italiano...vi riparmio i miei pensieri sul programma e sui concorrenti.. fra i pochi che a mio parere meritano di essere lì c'è Federico che spero sia il vincitore.. questa sera l'ardua sentenza! La scorsa settimana la prova creativa di Federico mi ha entusiasmato e l'ho ricreata immediatamente come dolce per il nostro pranzo domenicale, nel farlo ho rivedute un po' le dosi e aggiunto qualcosa citato nel nome del piatto ma non nel procedimento. Ecco a voi Lo strudel nel bicchiere di Federico.
Ingredienti: Per la composta di mele verdi 6 mele verdi 70 g zucchero semolato Sale qb Per la mousse alla nocciola 100 ml panna 6 g gelatina 120 g zucchero di canna 165 g crema di nocciole (naturale, ovvero solo nocciole fruillate fino a che diventano crema, io l'ho comprata ma visto il prezzo la prossima volta provo a frmela!!) 600 g panna semimontata Per la spuma di ricotta e cannella 350 g ricotta di mucca 175 ml panna 80 g zucchero di velo 2 g cannella Per lo streseul di mandorle 100 g farina 00 w 150 Un pizzico di sale fino 60 g zucchero semolato 100 g farina di mandorle 100 g burro Per il montaggio: Uvetta rinvenuta nel rhum Per il caramello di pinoli Zucchero semolato Pinoli Procedimento Per la composta di mele Sbucciare le mele, tagliarle a pezzetti piccoli. Mettere le mele in microonde per 8/10 minuti circa. Ridurle in puré con un frullatore a immersione. Aggiungere lo zucchero e un pizzico di sale. Per la spuma Montare tutti gli ingredienti insieme con le fruste elettriche Per lo streseul Sabbiare tutti gli ingredienti. Sbriciolare con le mani sulla placca del forno ricoperta di carta forno e cuocere per 15-20 minuti a 160 gradi. Queste tre preparazioni potete farle in anticipo, io le ho fatte il sabato sera, poi la domenica mattina ho preparato la mousse di nocciole alla domenica e ho montato subito i bichcierini. Per la mousse Scaldare la panna senza arrivare al bollore aggiungere la gelatina e lasciar sciogliere. Al composto ancora caldo unire la crema di nocciole e lo zucchero di canna e mescolare bene per far sciogliere lo zucchero, una volta intiepidito, 35° per l'esattezza ma io ho fatto a tatto, quando ha la stessa temperatura della pelle, unire la panna semimontata. Per il caramello di pinoli In una padellina far sciogliere lo zucchero e appena assume il colore biondo del caramello aggiungere i pinoli quando iniziano a sfrigolare versarli su un foglio di carta forno coprire con altra carta forno estendere bene con un mattarello facendo ben attenzione a non toccarlo con le mani perchè il caramello è molto ustionante. Per l'assemblaggio Comporre il bicchiere mettendo sul fondo la mousse di nocciole,distribuire sopra l'uvetta rinvenuta e strizzata, la composta di mele, poi la spuma di ricotta e cannella e completare con il crumble di streseul e il caramello ridotto in pezzi.

mercoledì 19 novembre 2014

Zuppa d'orzo fusion.

Metti che hai tanta tanta fame...tanto tanto freddo, che vorresti mangiare leggero magari per più di qualche giorno per declutterare un po' di chili di troppo (speriamo che la voglia duri)... ...metti tutte queste cose e vai a vedere cosa c'è fra frigo e dispensa.. e decidi di fare una zuppa d'orzo ma un po' rivisitata visto che di speck in frigo non c'è nemmeno l'ombra... metti che hai una bella zucca a disposizione che è buona buona buona e light... Inizi a cucinare e metti un 60 g di pancetta affumicata e la lasci rosolare piano piano, tagli una carota, una costa di sedano ed un porro a cubetti, li aggiungi alla pancetta e lasci insaporire, poi tagli un po' di zucca (forse 500 g o forse meno) e aggiungi anche quella... a questo punto ti viene voglia di dargli un po' di colore in più e spolveri con abbondante curcuma... metti due patate anche loro mondate e tagliate a cubetti e ti vien da pensare.. se ho messo la curcuma perchè non mettere anche un po' di curry o masala quelli buoni buoni che ho comprato ultimamente del Commercio equo? Allunghi con l'acqua e lasci cuocere una mezzora o forse più... poi unisci l'orzo e cuoci una 20ina di minuti ...o forse mezzora... Insomma più spannometrica di così non potrebbe essere questa ricetta.. ma il bello di cucinare è anche questo... Ah si la prossima volta la pancetta non la metto... se volete provarla fatela senza, non aggiunge niete solo calorie

lunedì 20 ottobre 2014

Lo zuccamisù!

Eccomi qua, vi avevo promesso ricette dolci con la zucca ed ecco il secondo il tiramisù alla zucca o Zuccamisù. Ho letto per la prima volta questo nome nel mnù pubblicato on line di un'osteria qua vicino, non sono ancora stata in quel locale, purtroppo, ma la voglia di provare lo zuccamisù non riuscivo a togliermela.. ed allora ho deciso che lo avrei preparato per una riunione fra amiche, no non, niente Valigia rossa, una più pragmatica (e noiosa, perdonami Alessandra) vendita di prodotti di bellezza a base di erbe... ed ho scelto di farla proprio in quella occasione perchè si sa di solito le donne sono più aperte a queste innovazioni. La mattina in cui dovevo prepara il dolce ho, solo per scrupolo, fatto una ricerca in internet e ... ho trovato proprio la ricetta dello chef dell'Osteria... ma io ormai avevo una mia idea su come avvrebbe dovuto essere il mio zuccamisù e così l'ho fatto; in realta gli ingrtedienti della mia idea/ricetta e quella dello chef erano gli stessi solo combinati in modo diverso. Lo zuccamisù della strega
Ingredienti: Mascarpone 300 G Uova 3 Zucchero 3 cucchiai Zucca 3 cucchiaiate abbondanti di purea Latte Cannella e noce moscatas Savoiardi qb amaretti (marsala) Ho proceduto come per un normale tiramisù: ho mescolato il mascarpone con lo zucchero, poi ho incorporato i tuorli uno alla volta, a questo punto ho unito la purea di zucca e mescolato bene. Ho montato a neve ferma gli albumi e li ho uniti alla crema di mascarpone e zucca. Sono passata a montare il dolce ho unito della cannella in polvere e pochissima noce moscata al latte vi ho bagnato velocemente i savoiardi e ne ho fatto uno strato sul fondo del contenitore prescelto, ho ricoperto con metà della crema di mascarpone e zucca, ho cosparso con amaretti sbriciolati. ho fatto un altro strato di savoiardi e uno di crema completato con gli amaretti sbriciolati. Il dolce è piacuto molto alle mie amiche e anche a me .. molto meno ai "maschi" che vivono con me.. però secondo me mancava un po' di verve è per questo che la prossima volta nella bagna di latte e spezie metterò anche un goccio di marsala.

lunedì 22 settembre 2014

Mi basta poco ...

... per sorridere. Metti un lunedì mattina di settembre con l'aria frizzantina regalo di questa pazza estate, la MIA estate, per me che odio il caldo e ciò che l'estate rappresenta (confusione, sudore, l'obbligo di divertirsi e fare caciara) questa è stata l'estate perfetta.. so, so british!!! Metti un paio di pantaloni lasciati in armadio tutta l'estate, perchè già la scorsa estate appena comprati erano stretti.. ma la commessa insisteva che era la taglia giusta .. eh si che ce l'aveva la taglia più grande.... con una fantasia so, so british!! Metti che la bilancia ti dia un kg e un po' in meno .. malgrado la pizza di ieri sera... Metti che decidi di metterti quei pantaloni temendo che non si chiudano...ed invece ti stanno come lo scorso anno!!! ...e tu sorridi, sorridi all'aria fresca, al sole tiepido, alla bilancia gentile, ai tuoi bei pantaloni....

domenica 21 settembre 2014

Dichiarazione d'amore.

Tu, non lo leggerai mai questo post, lo so...a diciotto anni,quello che scrive tua madre non ti interessa proprio...e forse è proprio per questo questo che lo scrivo. Pochi ore fa appena scoccata la mezzanotte hai compiuto diciotto anni...sei via con i tuoi amici..Non ti vedrò prima di sera... ..il mio piccolo...si perché anche se sei il figlio di mezzo, posizione non facile, mi dicono, in una famiglia di tre e figli, tu sei stato è sarai sempre il mio piccolo..tuo fratello piccolo è arrivato dieci anni dopo di te.. e non si dimenticano dieci anni... Io devo dirtelo che ti amo più della mia stessa vita...anche se ultimamente sei un fantasma evanescente..che passa e si ferma a casa il tempo strettamente necessario a mangiare (neanche troppo...Tu l'unico magro di famiglia), dormire e lavarsi...Tu che spesso ho l'istinto di strozzarti... Tu con la tua fretta di venire al mondo con tre settimane di anticipo e 45 minuti di travaglio...schizzato fuori come il tappo di un bottiglia di spumante dopo 5 minuti che eravamo in ospedale... Tu con quei tuoi occhi scuri spalancati sul mondo da 2 minuti dopo che eri venuto al mondo.. Tu che non dormivi mai e piangevi sempre... Tu così solare...il sole e la luna vi chiamavo a te e tuo fratello da piccoli, te lo ricordi? Tu che il cibo non ti è mai interessato..e adesso studi per fare il cuoco.. Tu e le scarpe sparpagliate in sgabuzzino ..messe al contrario, destra e sinistra invertite..quanto ti piaceva quando avevi 2 anni... Tu in cima alla magnolia..e dentro a tutti i fossi che hai incontrato..Ma anche laghetti delle tartarughe e piscine... Tu calciatore...e poi musicista rock con i capelli lunghi... e adesso con quella cresta da mohicano.. Tu... il mio piccolo adesso maggiorenne... Ti amo bambino mio...

mercoledì 17 settembre 2014

L'autunno e la zucca. - Iced pumpkin cookies

L'autunno quest'anno è arrivato presto... L'aria è frizzante al mattino e il sole ha una luce dorata, piacevole... Il ciliegio ha già perso tutte le foglie e anche gli altri alberi stanno cominciando... Cominciano già le prime brume... Anche la sera fa fresco.. e viene voglia di piatti caldi... I primi frutti autunnali arrivano sui banchi del mercato ... ..e qual è il mio frutto autunnale preferito? Ma la zucca, of course... vorrei tanto fare un "salto" in New England in questi giorni, per il foliage e per le zucche Biscotti glassati alla zucca
Ingredienti: 2 1/2 tazze di farina 00 1 cucchiaino di lievito 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio 2 cucchiaini di cannella in polvere 1/2 cucchiaino di noce moscata grattugiata 1/2 cucchiaino di chiodi di garofano in polvere 1/2 cucchiaino di sale 1/2 tazza di burro morbido 1 1/2 tazza di zucchero di canna (la ricetta prevedeva quello semolato ma io non l'avevo) 1 tazza di zucca ridotta in purea 1 uovo 1 cucchiaino di estratto di vaniglia Per la glassa:(fatta ad occhio perché quella della ricetta non mi convinceva) zucchero a velo limone poco burro fuso succo di limone cannella Preparazione Preriscaldate il forno a 190° In una ciotola mescolate la farina, il lievito, il bicarbonato , le spezie in polvere e il sale, mettete da parte. In una ciotola media lavorate a crema il burro con lo zucchero. Aggiungete la zucca, l'uovo e la vaniglia e mescolate fino ad avere un impasto cremoso. Unire gli ingredienti secchi mescolando lo stretto necessario perchè siano amalgamati. Con un porzionatore per gelati, ma se non lo avete usate pure un cucchiaio, io trovo che il porzionatore sia perfetto perchè consente di fare porzioni identiche e già rotonde, formate delle palline da posizionare sulla teglia ricoperta di carta forno Cuocere per 15 o 20 minuti, o fino a quando il fondo dei biscotti comincia a scurire. Mescolate insieme gli ingredienti per fare la glassa che deve essere una crema consistente. Poi prendere i biscotti e inzuppare la parte superiore nella glassa, lasciatela scolare bene poi ricapovolgeteli e lasciateli asciugare. per quelli con le righette ho semplicemente fatto goccioalre la glassa dal cucchiaio. Buon autunno! ...and stay tuned.. arriveranno molte altre ricette con la zucca!!!!

mercoledì 10 settembre 2014

Gocciole, gocciole, gocciolone...delle mie brame

Nella casa stregata Orco papà e Orchetto predilicono la colazione con latte e biscotti...ma i biscotti industriali, si sa, nel 99.9% dei casi contengono olio di palma e avendo la Strega di casa dichiarato guerra al succitato olio da qualche tempo i biscotti si comprano poco poco quasi niente e Orco e Orchetto sbuffano tutte le mattine. Da qualche settimana allora Strega mamma ha iniziato a preparare i biscotti fatti in casa apposta per la colazione sperimentando tute le settimane ricette pescate nel web. E quali sono i biscotti preferiti di Orchetto, ma anche dei due fratelli Orchi grandi? Ma le Gocciole!!! E allora dopo due settimane di altre sperimentazioni Strega mamma ha deciso di provare proprio quelle..complice anche una percentuale di burro leggermente inferiore alla frolla classica, perchè visto che i biscotti li facciamo a casa vediamo di farli anche un po' più light!!! Gocciole al cioccolato
Ingredienti 500 gr di farina 00 180 gr di burro 2 uova 180 gr di zucchero di canna 150 gr di cioccolato tagliato a pezzi (nella casa stregata difficilmente si usano le goccie pronte meglio un buon cioccolato tagliato a pezzi) potete usare il cioccolato che preferite: fondente, al latte, bianco.. o anche fare un bel mix come ha fatto la strega per consumare i rimasugli che aveva in dispensa 3 g di bicarbonato Nell'impastatrice mettete la farina ed il burro e lasciatela andare fino a quando avrete un impasto sabbioso, unite il bicarbonato e lo zucchero, mescolate ed unite le uova, prima che l'impasto si compatti unite il cioccolato tritato e lasciate andare fino a quando non si formerà la massa di pasta. Ovviamnte tutto questo potrete farlo anche a mano mantenedo lo stesso ordine. A questo punto formate dei cilindri con la pasta e riponeteli in frezzer per almeno mezzora, in questo modo con un coltello lo taglierete bene e velocemente...se vi viene lo sclero, come è venuto a me, modellate le gocciole una ad una... Legate Orco e Orchetti dai 20, ai 18 e agli 8 anni se volete che i biscotti durino qualche giorno...

lunedì 6 gennaio 2014

Prosecco sunrise - sparkling cocktail per scacciare la malinconia.

No, non è un post che vi invita a darvi dell'alcool..è solo il racconto dell'aperitivo di San Silvestro che mi è piaciuto così tanto che voglio parlarvene. Mettete che nel programmare il cenone del 31 con gli amici vi siate dimenticati dell'aperitivo e che vi venga in mente mentre state facendo la spesa in un noto supermercato Coop(rativa) e che esposta in un angolo ci sia la ricetta di un aperitivo denominato come il luogo dove sorge il supermercato...e allora fate una foto e la spedite via whats up alle altre donne partecipanti al cenone è la ricetta riceva commenti entusiasti...aggiudicato sarà il nostro aperitivo la sera più scoppiettante dell'anno.
E dopo una foto del genere faccio outing...a me innervosiscono da matti tutti gli appelli pre capodanno a non fare botti la maggior parte dei quali arrivano da animalisti sfegatati che invitano tutti a a non fare botti in rispetto dei poveri animali impauriti...sentite io ne ho 3 di animali e nessuno di loro fa un piega quando partono i botti di Capodanno..va bene la morigeratezza, va bene la sostenibilità e il downshifting...ma una sera all'anno vogliamo essere leggeri...Non vi sto dicendo andate a comprarvi botti illegali che vi possono spopolare le mani...ma qualche fontanella o vulcano da supermercato porterà un po di spensieratezza e fanciullezza nel vostro/nostro capodanno e chi sa che un po' di ciò ci segua tutto l'anno perché si può essere sostenibili e responsabili ma anche sorridenti e"leggeri"... ...sennò c'è sempre lui il mio Prosecco sunrise
È una delle mie ricette ad occhio perché mica ho seguito le dosi del supermercato...ho fatto di testa mia e diciamo che ho messo 2 parti di prosecco 1 parte di succo tropicale 100% frutta Aperol...o meglio nel mio caso Ginger apple un liquore amaro ricavato dalle mele ma colorato come un aperol...la dose molto ad occhio direi molto meno di mezza parte..assaggiate e regolatevi secondo il vostro gusto.
Mescolate prosecco e succo di frutta poi aggiungete l'aperol..otterrete un cocktail che vi ricorderà un tramonto tiepido di fine estate..(lungi da me sognare il caldo..anche se in questi giorni grigi e piovosi..qualche pensierino ce l'ho fatto...) Ancora una volta Buon Anno da domani si ricomincia con la vita di tutti i giorni...e mi raccomando bevete responsabilmente e fate botti responsabilmente...

venerdì 3 gennaio 2014

Benvenuto Gennaio!

Sto leggendo un libro di Elisabeth George, la conoscete? E Una delle mie scrittrici di gialli preferite..forse è perché i suoi gialli sono ambientati in Inghilterra,il detective è un ispettore di Scotland yard per hobby perché potrebbe vivere di rendita essendo un duca...o forse è perché la George è una brava scrittrice... Ma comunque non sono qua per parlarvi del suo libro (Dicembre è un mese crudele) perché sono ancora all'inizio e non posso esprimere pareri... Sono qua per raccontarvi la mia malinconia post festività...capita solo a me? Dopo l'aspettativa di un intero anno Natale arriva e se ne va in un giorno...e lascia avanzi in frigo...e chili in più sui fianchi..ecco che subito incalza San Silvestro...luccichii e fuochi d'artificio...il cenone del 31 e il pranzo di Capodanno...avanzi e bottiglie a metà aumentano...e resta la malinconia delle feste finite...di un mese pienamente invernale che se il sole splende ha quella luce bianca e splendente tipica del gelo...ma se il grigio ha il sopravvento tutto diventa triste e crudele... Gennaio è un mese crudele perché non ci sono feste da aspettare ancora troppo vicino è il ricordo dell'opulento Natale dei nostri tempi, dove c'è troppo di tutto a cominciare dalle aspettative, i decori, il cibo, gli incontri...
Gennaio è un mese crudele perché i colori caldi dell'autunno sono troppo spesso sostituiti dal biancore grigiastro delle nubi.
Gennaio è un mese crudele perché i soldi sono finiti tutti a Natale e adesso bisogna arrivare al prossimo stipendio (e chi dice che non è vero o mente o è figlio di Silvio)..
Gennaio è un mese crudele perché devi metterti a dieta...ma c'è il pandoro da finire, il salmone che chiama dal frigo e nel freezer dormono ibernati i paccheri ricoperti di besciamella.. a href="http://1.bp.blogspot.com/-njlKf5YYAwk/UsaL93bVYsI/AAAAAAAABPQ/LZbRCsPvEIw/s1600/zuccotto-avanzi-pandoro-586x439.jpg" imageanchor="1" style="margin-left: 1em; margin-right: 1em;">
Gennaio è un mese crudele perché il carnevale è lontano...la primavera non ne parliamo...e manca un anno a Natale...
Gennaio è un mese crudele perché anche se non vuoi fai bilanci e ancora non si vede il giorno in cui finalmente manterranno i frutti dei semi che hai piantato (e non sto parlando di orticoltura!)
Gennaio è un mese crudele perché i buoni propositi (così come i bilanci di cui sopra) arrivano inevitabili e sai (e come al solito finiranno in nulla molto presto..
Benvenuto Gennaio!!
Ps prima della fine del mese dovrò ritrovare il buon umore..perché Lui fa gli anni e quindi ci sarà un pranzo da organizzare e un regalo da comprare..