lunedì 6 gennaio 2014

Prosecco sunrise - sparkling cocktail per scacciare la malinconia.

No, non è un post che vi invita a darvi dell'alcool..è solo il racconto dell'aperitivo di San Silvestro che mi è piaciuto così tanto che voglio parlarvene. Mettete che nel programmare il cenone del 31 con gli amici vi siate dimenticati dell'aperitivo e che vi venga in mente mentre state facendo la spesa in un noto supermercato Coop(rativa) e che esposta in un angolo ci sia la ricetta di un aperitivo denominato come il luogo dove sorge il supermercato...e allora fate una foto e la spedite via whats up alle altre donne partecipanti al cenone è la ricetta riceva commenti entusiasti...aggiudicato sarà il nostro aperitivo la sera più scoppiettante dell'anno.
E dopo una foto del genere faccio outing...a me innervosiscono da matti tutti gli appelli pre capodanno a non fare botti la maggior parte dei quali arrivano da animalisti sfegatati che invitano tutti a a non fare botti in rispetto dei poveri animali impauriti...sentite io ne ho 3 di animali e nessuno di loro fa un piega quando partono i botti di Capodanno..va bene la morigeratezza, va bene la sostenibilità e il downshifting...ma una sera all'anno vogliamo essere leggeri...Non vi sto dicendo andate a comprarvi botti illegali che vi possono spopolare le mani...ma qualche fontanella o vulcano da supermercato porterà un po di spensieratezza e fanciullezza nel vostro/nostro capodanno e chi sa che un po' di ciò ci segua tutto l'anno perché si può essere sostenibili e responsabili ma anche sorridenti e"leggeri"... ...sennò c'è sempre lui il mio Prosecco sunrise
È una delle mie ricette ad occhio perché mica ho seguito le dosi del supermercato...ho fatto di testa mia e diciamo che ho messo 2 parti di prosecco 1 parte di succo tropicale 100% frutta Aperol...o meglio nel mio caso Ginger apple un liquore amaro ricavato dalle mele ma colorato come un aperol...la dose molto ad occhio direi molto meno di mezza parte..assaggiate e regolatevi secondo il vostro gusto.
Mescolate prosecco e succo di frutta poi aggiungete l'aperol..otterrete un cocktail che vi ricorderà un tramonto tiepido di fine estate..(lungi da me sognare il caldo..anche se in questi giorni grigi e piovosi..qualche pensierino ce l'ho fatto...) Ancora una volta Buon Anno da domani si ricomincia con la vita di tutti i giorni...e mi raccomando bevete responsabilmente e fate botti responsabilmente...

venerdì 3 gennaio 2014

Benvenuto Gennaio!

Sto leggendo un libro di Elisabeth George, la conoscete? E Una delle mie scrittrici di gialli preferite..forse è perché i suoi gialli sono ambientati in Inghilterra,il detective è un ispettore di Scotland yard per hobby perché potrebbe vivere di rendita essendo un duca...o forse è perché la George è una brava scrittrice... Ma comunque non sono qua per parlarvi del suo libro (Dicembre è un mese crudele) perché sono ancora all'inizio e non posso esprimere pareri... Sono qua per raccontarvi la mia malinconia post festività...capita solo a me? Dopo l'aspettativa di un intero anno Natale arriva e se ne va in un giorno...e lascia avanzi in frigo...e chili in più sui fianchi..ecco che subito incalza San Silvestro...luccichii e fuochi d'artificio...il cenone del 31 e il pranzo di Capodanno...avanzi e bottiglie a metà aumentano...e resta la malinconia delle feste finite...di un mese pienamente invernale che se il sole splende ha quella luce bianca e splendente tipica del gelo...ma se il grigio ha il sopravvento tutto diventa triste e crudele... Gennaio è un mese crudele perché non ci sono feste da aspettare ancora troppo vicino è il ricordo dell'opulento Natale dei nostri tempi, dove c'è troppo di tutto a cominciare dalle aspettative, i decori, il cibo, gli incontri...
Gennaio è un mese crudele perché i colori caldi dell'autunno sono troppo spesso sostituiti dal biancore grigiastro delle nubi.
Gennaio è un mese crudele perché i soldi sono finiti tutti a Natale e adesso bisogna arrivare al prossimo stipendio (e chi dice che non è vero o mente o è figlio di Silvio)..
Gennaio è un mese crudele perché devi metterti a dieta...ma c'è il pandoro da finire, il salmone che chiama dal frigo e nel freezer dormono ibernati i paccheri ricoperti di besciamella.. a href="http://1.bp.blogspot.com/-njlKf5YYAwk/UsaL93bVYsI/AAAAAAAABPQ/LZbRCsPvEIw/s1600/zuccotto-avanzi-pandoro-586x439.jpg" imageanchor="1" style="margin-left: 1em; margin-right: 1em;">
Gennaio è un mese crudele perché il carnevale è lontano...la primavera non ne parliamo...e manca un anno a Natale...
Gennaio è un mese crudele perché anche se non vuoi fai bilanci e ancora non si vede il giorno in cui finalmente manterranno i frutti dei semi che hai piantato (e non sto parlando di orticoltura!)
Gennaio è un mese crudele perché i buoni propositi (così come i bilanci di cui sopra) arrivano inevitabili e sai (e come al solito finiranno in nulla molto presto..
Benvenuto Gennaio!!
Ps prima della fine del mese dovrò ritrovare il buon umore..perché Lui fa gli anni e quindi ci sarà un pranzo da organizzare e un regalo da comprare..